Sani e Felici - giuseppecostantino.com

Vai ai contenuti

Hai metalli tossici nel tuo corpo?

giuseppecostantino.com
Pubblicato da in Sani e Felici Blog ·
Tags: #metallitossici#metallipesanti

I metalli pesanti sono componenti naturali della crosta terrestre che non sono degradati dall'attivita' biologica e fotochimica e quindi non posso venire smaltiti, se rilasciati nell'ambiente possono restarci per centinaia di anni. Sono presenti nell'ambiente e in percentuali equilibrate presenti anche nel corpo umano, allo stesso modo dei minerali.
In natura fenomenni come eruzioni vulcaniche, incendi boschivi e maree contribuiscono alla ciclizzazione naturale dei metalli ma anche l'attività umana gioca un ruolo importante, spesso più disastroso di quello della natura. Infatti, alterando il ritmo di rilascio dei metalli pesanti nell'ambiente, questi metalli pesanti oggi entrano nel nostro corpo attraverso ACQUA, ARIA E CIBO.
Quando si parla di intossicazioni da metalli pesanti non si parla solo di casi in cui si viene esposti a particolari condizioni ambientali, come per esempio le intossicazioni da uranio impoverito nei territori post-bellici, quelle degli operai del settore petrolchimico o altre situazioni estreme.
Nella realtà di oggi l'accumulo di metalli pesanti nel corpo umano è più frequente di quanto si possa immaginare, e causa disfunzioni a carico di vari organi, spesso non identificate come intossicazioni, che possono degenerare inmalattie e patologie talvolta anche molto gravi.
Disturbi Ormonali, del Fegato e dell’Intestino con distruzione della Flora Intestinale, Difficoltà di Concentrazione, Stanchezza, Dermatiti, Orticarie, Allergie e tante altri disturbi a carico del sistema endocrino e neurovegetativo. Basti pensare ai danni da accumulo di alluminio nei pazienti affetti da Alzheimer o anche quelli del mercurio in età pediatrica che porta all'autismo, o l'eccesso di cadmio-piombo sulla sclerosi amiotrofica, ecc..
Solo negli ultimi decenni ci stiamo rendendo conto di quanto questi metalli siano pericolosi per l'uomo, anche se non se ne parla abbastanza e continuano ad essere utilizzati sia in edilizia che nelle industrie, anche quelle alimentari.

Danni all'organismo dei principali metalli con cui possiamo entrare in contatto:
  • Allumino - Danni al sistema nervoso centrale, demenza, perdita di memoria
  • Antimonio - Danni cardiaci, diarrea, vomito, ulcera allo stomaco
  • Arsenico - Cancro linfatico, cancro al fegato, cancro della pelle
  • Bario - Aumento della pressione arteriosa, paralisi
  • Cadmio - Diarrea, dolori di stomaco, vomito, fratture ossee, danni immunitari, disordini psicologici
  • Cromo - Danni ai reni e al fegato, problemi respiratori, cancro polmonare, morte
  • Iridio - Irritazione agli occhi e al tratto digestivo
  • Piombo - Frutta, verdura, carni, cereali, vino, sigarette ne contengono. Causa danni al cervello, disfunzioni alla nascita, danni ai reni, difficolta' di apprendimento, distruzione del
  • sistema nervoso
  • Manganese - Coagulazione del sangue, intolleranza al glucosio, disordini allo scheletro
  • Mercurio - Distruzione del sistema nervoso, danni al cervello, danni al DNA
  • Nickel - Embolia polmonare, difficolta' respiratorie, asma e bronchite cronica, reazione allergiche della pelle
  • Palladio - Altamente tossico e carcinogeno, irritante
  • Platino - Alterazioni del DNA, cancro, danni all’Äôintestino e reni
  • Rodio - Macchie alla pelle, potenzialmente tossico e cancerogeno
  • Argento - Usato come colorante E174, emicrania, difficolta' respiratorie, allergie della pelle, estremamente concentrato causa coma e morte
  • Stronzio - Cancro ai polmoni, nei bambini difficolta' di sviluppo delle ossa
  • Tallio - Usato come veleno per topi, danni allo stomaco, al sistema nervoso, coma e morte, per chi sopravvive al Tallio rimangono danni al sistema nervoso e paralisi
  • Stagno - Irritazione agli occhi e alla pelle, emicrania, dolori di stomaco, difficolta' ad urinare
  • Vanadio - Disturbi cardiaci e cardiovascolari, infiammazioni allo stomaco ed intestino
Esiste un modo semplice ed economico per valutare la presenza di questi metalli tossici nel tuo corpo e si chiama Analisi BioEnergetica del Mineralogramma e dei Metalli Tossici.
Conviene valutarne l'equilibrio, sia della quantità di minerali che dei metalli tossici, perché questi giocano un importante ruolo nel corretto funzionamento del metabolismo umano, controllando alcune reazioni, privilegiandone altre e innescando il sistema immunitario in casi di attacco da parte di cellule malate o tumorali.
Questo biotest ti permetterà di scoprirti dentro, di verificare il tuo stato di salute attuale e le tendenze alle malattie future, evitando molte patologie, indicandoti da cosa devi disintossicarti.
Prendi ora il controllo della tua salute e della tua vita, clicca qui

Condividi questo articolo con gli amici che ami.



Voto: 0.0/5
Infotel: 3207290487
info@giuseppecostantino.com
SKYPE: costantino1611

Infotel: 3207290487
info@giuseppecostantino.com
SKYPE: costantino1611

Torna ai contenuti