Sani e Felici - giuseppecostantino.com

Vai ai contenuti

Parkinson

giuseppecostantino.com
Pubblicato da in Sani e Felici Blog ·

Secondo i risultati di uno studio pubblicato recentemente , i batteri presenti nell’intestino svolgerebbero un ruolo chiave nello sviluppo dei deficit motori tipici della malattia di Parkinson.
«Per la prima volta si è scoperto un nesso biologico fra il microbioma intestinale e la malattia di Parkinson. Più genericamente, la ricerca rivela che una malattia neurodegenerativa può avere origine nell’intestino e non solo nel cervello, come si credeva in precedenza» spiega uno degli autori dello studio del: California Institute of Technology, Pasadena (USA)
«Vi sono indicazioni che il microbiota presenta alterazioni caratteristiche nei pazienti parkinsoniani» prosegue il neurologo «e sappiamo che la proteina responsabile della morte cellulare nel cervello dei parkinsoniani, l’alfasinucleina, si trova anche nell’intestino degli stessi pazienti. L’alterazione del microbiota favorirebbe l’ingresso dell’alfasinucleina nel cervello iniziando il processo patologico che porta poi allo sviluppo della malattia. Lo studio riportato in questo articolo supporta questa ipotesi e incoraggia la prosecuzione della ricerca sul microbiota».
È stato inoltre dimostrato che i batteri intestinali influenzano lo sviluppo dei neuroni, le abilità cognitive, l’ansia, la depressione e l’autismo.

Scopri il BioTest della Disbiosi Intestinale

Condividi questo articolo con gli amici che ami!



Voto: 0.0/5
Infotel: 3207290487
info@giuseppecostantino.com
SKYPE: costantino1611

Infotel: 3207290487
info@giuseppecostantino.com
SKYPE: costantino1611

Torna ai contenuti